Link alle vecchie pagine del KKE

I siti web internazionali dell KKE passano gradualmente a nuovo formato pagina. Le versioni precedenti delle pagine aggiornate e i loro contenuti si trovano ai link seguenti:

Rafforziamo la lotta contro il fascismo e il sistema che lo genera

Mercoledì 15/6, migliaia di lavoratori e giovani hanno risposto all'appello dei sindacati dei lavoratori e degli studenti e delle organizzazioni di massa e hanno tenuto una manifestazione davanti alla Corte d'Appello di Atene durante il processo d'appello dell'organizzazione criminale fascista Alba Dorata.

Tutti hanno chiesto che le pene detentive inflitte in primo grado ai criminali nazisti per i loro delitti non vengano ridotte. Delitti trai quali l'omicidio dell'artista antifascista P. Fyssas e gli attacchi omicidi contro immigrati, quadri del KKE e del PAME e altri militanti. Allo stesso tempo, i sindacati dei lavoratori, i sindacati studenteschi e altre organizzazioni di massa hanno chiarito che la lotta contro il fascismo continua in ogni luogo di lavoro e in ogni quartiere.

Per facilitare la partecipazione dei lavoratori alla manifestazione, molti sindacati hanno indetto un'interruzione del lavoro.

 

I deputati del KKE Christos Katsotis, Liana Kaneli (entrambi testimoni dell'accusa) e Diamanto Manolakou hanno partecipato al processo, che è stato rinviato all'inizio di luglio.

I rappresentanti dei sindacati hanno tenuto alcuni discorsi durante la manifestazione davanti al tribunale. Giorgos Stefanakis, presidente del Sindacato dei lavoratori della ristorazione-turismo-alberghiero dell'Attica, ha osservato tra l'altro che "Una cosa è certa, a prescindere dalla decisione dei tribunali, i fascisti e la loro ideologia sono stati condannati nei luoghi di lavoro". A questo proposito, ha assicurato che il sindacato continuerà a contribuire con tutte le sue forze per raggruppare e rafforzare il movimento sindacale affinché sia in grado di gettare il fascismo e il sistema che ne è all'origine nella pattumiera della storia.

Markos Bekris, presidente del Centro del Lavoro del Pireo e del Sindacato dei lavoratori della movimentazione dei container ai moli del Pireo, ha osservato che "non importa quanti rinvii del processo ci saranno; scoveremo i fascisti ovunque si nascondano e gli daremo la caccia". Ha ricordato l'esperienza dei lavoratori del Pireo che si sono scontrati con i fascisti nella loro veste di spie e sgherri dei padroni, e ha chiarito che la lotta contro il fascismo continua.

 

16.06.2022

Traduzione da Resistenze.org